La scelta degli allestimenti

Siamo ormai a buon punto sulla tabella di marcia, adesso occorre scegliere il particolare e gli allestimenti del vostro matrimonio.

Ricordiamo che occorrerà allestire l’area della cerimonia (Chiesa, Giardino, Castello, Comune), il luogo del ricevimento e, per (chi come me) viene dal sud, dovrà pensare anche all’allestimento dell’ingresso (scale, cortile, porta di ingresso) della casa della sposa.

Per chi non lo sapesse, il momento dell’uscita da casa della sposa è un momento molto importante che si vive con il papà.

La sposa, sotto il braccio con il papà, taglierà con una forbice un nastro fissato all’uscita o sorretto da due donne nubili.

Taglio nastro sposi

Il significato simbolico della tradizione è molto dolce, e rappresenta il passaggio da donna nubile che lascia la casa dei genitori a quello di donna sposata.

Personalmente amo queste tradizioni, sono sempre di grande impatto sia per chi lo vive che per chi vi assiste.

Tornando agli allestimenti è importante sapere che spesso nelle chiese più importanti, nei comuni ed in alcune location, non è possibile portare un professionista “da fuori” per gli allestimenti, o addirittura ci si può trovare di fronte ad allestimenti standard e non modificabili, la regola fondamentale è sempre Chiedete prima di prenotare!!!

Per allestire questo tipo di eventi, oltre alla storica figura del fioraio, negli ultimi anni abbiamo visto aggiungersi la figura della wedding planner, oltre che delle vere e proprie ditte formate da professionisti dell’allestimento.

Se la scelta degli addobbi ricade sui fiori ricordate di considerare il periodo in cui vi sposate, i fiori fuori stagione infatti, seppur bellissimi, rischiano di appassire presto a causa del clima, per non considerare il loro prezzo che aumenterà in base alla difficoltà nel reperire quel tipo di fiore.

I naturalisti che non amano i fiori tagliati potrebbero optare per il noleggio di piante o per dei fiori di stoffa o di carta.

Anche questa scelta deve mantenere lo stesso filo conduttore che avete scelto per il vostro matrimonio, come una sinfonia suonata da un’orchestra ogni strumento deve suonare in armonia con gli altri.

Esistono dei professionisti che riescono a creare dei veri e propri capolavori utilizzando spesso anche dei materiali innovativi o richiamando altre epoche, guardando su internet c’è veramente da perdere la testa per il numero di idee meravigliose che potete trovare, noi Spose 2.0 non possiamo fare a meno di Google Immagini, per cui divertitevi a navigare in questo mare di sogni meravigliosi, e se vi va mandatemi le foto del risultato finito, così da aiutare altre sposine come voi. Noi sposine dobbiamo restare unite!

Keep Calm and Play your Music 

Condividi l'articolo con i tuoi amici!

Lascia un commento